CHIARIMENTI CONTRATTO DISTRETTO XYLELLA

Importo minimo proposta di investimento filiera corta

L’importo del Progetto di ogni singolo Soggetto beneficiario è fissato a un valore minimo della spesa ammissibile di 100.000 euro per investimenti connessi alla produzione agricola primaria (tab. 1A) ed € 200.000,00 per investimenti nel settore della trasformazione e della commercializzazione (tab. 2A).

I progetti che prevedono la realizzazione di filiere corte comprendono sia investimenti connessi alla produzione agricola primaria (spesa minima ammissibile € 100.000,00) che investimenti nel settore della trasformazione e della commercializzazione (valore minimo della spesa ammissibile di € 200.000,00).

Pertanto, le imprese che intendono realizzare una filiera corta nell’azienda agricola devono effettuare un investimento complessivo di almeno € 300.000,00, rispettando i minimali previsti per le due tipologie d’investimento (Produzione agricola € 100.000,00 + trasformazione e commercializzazione € 200.00,00).

Area di interesse contratto di distretto xylella

Le proposte di investimento devono essere localizzate in area infetta (inclusa la zona di contenimento), delimitata dalla Regione Puglia con Determina del Dirigente Sezione Osservatorio Fitosanitario n. 59 del 21/05/2019, in relazione alla Decisione UE/2015/789 e s.m.i..

Spese da corrispondere al Dajs

Il Dajs richiede che il 3% degli investimenti debba essere riconosciuto al DAJS per le attività preparatorie, di progettazione preliminare ed esecutiva, coordinamento, monitoraggio e rendicontazione del Programma.

Tale spesa rappresenta una quota del 12% di spese generali ammissibili (Punto 5.4 Avviso MIPAAF 17.02.2020 - Allegato A D.M. 22.07.2019) e il Dajs richiede che le imprese che saranno chiamate a sottoscrivere l’Accordo di Distretto dovranno versare al DAJS lo 0,5% dell’investimento proposto, a titolo di acconto della suddetta spesa (che formerà oggetto di rendicontazione in caso di approvazione), prima della sottoscrizione dello stesso.

Si precisa che tale anticipazione sarà oggetto di restituzione, nel caso in cui il programma presentato dal DAJS non sia approvato dal Ministero ai sensi del punto 9.4 del l’Avviso MIPAAF n. 10900 del 17.02.2020.